benefici delle cipolle

“La realtà ha molteplici strati. Le verità della vita, talvolta sgradevoli, sono sepolte sotto vari livelli di menzogne.
Avere un percorso, indagare, significa avvicinarsi alla propria essenza, togliendo, strato dopo strato, livelli di false verità.
Per ogni strato rimosso serve un metodo diverso per rimuovere quello successivo.”

© Valerio Bellone


Premessa

Sebbene tutte le verdure siano importanti per la salute, alcune tipologie offrono dei vantaggi strepitosi per la nostra salute.

Le cipolle fanno parte di una grande famiglia che comprende anche: aglio, scalogno, porri ed erba cipollina. Tutte queste verdure contengono diverse vitamine, minerali e potenti composti che hanno dimostrato di migliorare la salute su vari fronti.
Le proprietà medicinali delle cipolle sono state scoperte nell’antichità, infatti venivano impiegate per curare disturbi come il mal di testa, le malattie cardiache e le piaghe alla bocca (fonte).

Vediamo con ordine quali sono gli 8 benefici per la salute donati dalle cipolle.

1. Le cipolle sono ricche di sostanze nutritive

Le cipolle sono ricche di nutrienti, ovvero sono povere di calorie ma ricche di vitamine e minerali. Infatti una cipolla media ha solo 44 calorie ma fornisce una dose considerevole di vitamine, minerali e fibre (fonte).
Questo ortaggio è particolarmente ricco di vitamina C che è utile per: la regolazione del sistema immunitario; la produzione di collagene; la riparazione dei tessuti; l’assorbimento del ferro. La vitamina C agisce anche come antiossidante proteggendo le cellule dai danni causati dai radicali liberi (fonte).

Le cipolle sono ricche di vitamine del gruppo B, tra cui folato (B9) e piridossina (B6), che svolgono ruoli chiave nel metabolismo, nella produzione di globuli rossi e nella funzione nervosa (fonte).

Infine le cipolle sono una buona fonte di potassio, minerale di cui molte persone sono carenti. Bisogna infatti ricordare che la funzione cellulare, l’equilibrio dei fluidi, la trasmissione nervosa, la funzione renale e la contrazione muscolare, richiedono potassio (fonte).

SOMMARIO

Le cipolle sono povere di calorie ma ricche di nutrienti, tra cui vitamina C, vitamine del gruppo B e potassio.

2. Le cipolle possono giovare al cuore

Le cipolle contengono antiossidanti e composti che combattono le infiammazioni, diminuiscono i trigliceridi e riducono i livelli di colesterolo, tutti fattori che possono ridurre il rischio di malattie cardiache.
Le loro potenti proprietà antinfiammatorie possono anche aiutare a ridurre la pressione alta e a proteggere dai coaguli nel sangue.
Nelle cipolle infatti c’è un’alta concentrazione di quercetina che è un antiossidante flavonoide. Essendo questo un potente antinfiammatorio, può aiutare a ridurre i fattori di rischio di malattie cardiache, come l’ipertensione.

Uno studio fatto su 70 persone in sovrappeso con pressione alta ha rilevato che una dose di 162 mg al giorno di estratto di cipolla, ricco di quercetina, ha ridotto significativamente la pressione sanguigna sistolica di 3-6 mmHg rispetto a un placebo (fonte).

Un altro studio fatto su 54 donne con sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) ha rilevato che il consumo di grandi quantità di cipolle crude rosse (40-50 grammi al giorno per quelle in sovrappeso e 50-60 grammi al giorno per quelle obese), portato avanti per otto settimane, ha ridotto l’LDL totale e il colesterolo “cattivo” (fonte).

Inoltre, da prove emerse su studi fatti sugli animali, emerge che il consumo di cipolla può ridurre i fattori di rischio per le malattie cardiache, diminuendo le infiammazioni, abbassando i livelli elevati di trigliceridi e la formazione di coaguli nel sangue (fonti: 1, 2, 3).

SOMMARIO

La ricerca mostra che mangiare cipolle può aiutare a ridurre i fattori di rischio di malattie cardiache, come l’ipertensione, i livelli elevati di trigliceridi e l’infiammazione.

3. Le cipolle sono ricche di antiossidanti

Gli antiossidanti sono composti che inibiscono l’ossidazione, un processo che porta al danno cellulare e contribuisce a malattie come il cancro, il diabete e le malattie cardiache.

Le cipolle sono un’ottima fonte di antiossidanti. Contengono infatti oltre 25 diverse varietà di antiossidanti flavonoidi (fonte).

In particolare le cipolle rosse contengono antociani, speciali pigmenti vegetali della famiglia dei flavonoidi che conferiscono alle cipolle rosse il loro colore intenso. Diversi studi sulla popolazione hanno scoperto che le persone che consumano cibi ricchi di antociani hanno un rischio ridotto di malattie cardiache.
Uno studio su 43.880 uomini ha mostrato che l’assunzione abituale di cipolle  (fino a 613 mg al giorno di antociani) è correlata a un rischio inferiore del 14% di attacchi cardiaci non fatali. (fonte).
Un altro studio fatto su 93.600 donne ha mostrato che quelle con la più alta assunzione di cibi ricchi di antociani avevano il 32% in meno di probabilità di avere un attacco di cuore rispetto a donne con una più bassa assunzione (fonte).
Inoltre è stato scoperto che gli antociani proteggono da alcuni tipi di cancro e diabete (fonte: 1, 2).

SOMMARIO

Le cipolle rosse sono ricche di antociani, pigmenti vegetali molto potenti nel proteggere dalle malattie cardiache, da alcuni tipi di cancro e dal diabete.

4. Le cipolle contengono composti antitumorali

Il consumo di verdure del genere Allium, come l’aglio e le cipolle, è stato collegato a un minor rischio di alcuni tumori, tra cui quelli allo stomaco e al colon-retto.

Una revisione di 26 studi ha mostrato che le persone che consumavano un alta quantità di aglio e cipolle avevano il 22% di probabilità in meno di essere diagnosticate per cancro allo stomaco, rispetto a quelle che ne consumavano una minor quantità (fonte).
Inoltre, una revisione di 16 studi su 13.333 persone ha dimostrato che i partecipanti con la più alta assunzione di cipolla avevano un rischio ridotto del 15% di cancro del colon-retto rispetto a quelli con una bassa assunzione (fonte).

Le proprietà antitumorali delle cipolle sono state collegate allo zolfo e agli antiossidanti flavonoidi. Le cipolle contengono onionin A un composto contenente zolfo che, attraverso studi in provetta (fonti: 1, 2) ha dimostrato di ridurre lo sviluppo del tumore e di rallentare la diffusione del cancro alle ovaie e ai polmoni.

Le cipolle inoltre contengono anche fisetina e quercetina, antiossidanti flavonoidi che possono inibire la crescita dei tumori (fonte: 1, 2).

SOMMARIO

Una dieta ricca di verdure Allium, come le cipolle e l’aglio, può avere un effetto protettivo contro alcuni tipi di cancro.

5. Le cipolle aiutano a tenere sotto controllo la glicemia

Mangiare cipolle può aiutare a tenere sotto controllo la glicemia, che è particolarmente importante per le persone con diabete o prediabete. Uno studio su 42 persone con diabete di tipo 2 ha dimostrato che mangiare 100 grammi di cipolla rossa fresca ha ridotto i livelli di zucchero nel sangue a digiuno di circa 40 mg/dl dopo quattro ore. (fonte).
Inoltre, numerosi studi sugli animali hanno dimostrato che il consumo di cipolla può favorire il controllo della glicemia.

Uno studio ha mostrato che i ratti diabetici alimentati per 28 giorni con cibo contenente il 5% di estratto di cipolla hanno avuto una diminuzione della glicemia a digiuno. (fonte). Anche i composti già citati quali quercetina e lo zolfo, possiedono effetti antidiabetici. Ad esempio è stato dimostrato che la quercetina interagisce con le cellule dell’intestino tenue, del pancreas, del muscolo scheletrico, del tessuto adiposo e del fegato, controllando la regolazione della glicemia in tutto il corpo. (fonte).

SOMMARIO

Grazie ai numerosi composti benefici presenti nelle cipolle, il loro consumo può aiutare a ridurre la glicemia alta.

6. Le cipolle possono aumentare la densità ossea

Sebbene i latticini abbiano gran parte del merito di migliorare la salute delle ossa, molti altri alimenti, comprese le cipolle, possono aiutare a sostenere le ossa.

Uno studio fatto su 24 donne di mezza età e in postmenopausa ha mostrato che coloro che consumando 100 ml di succo di cipolla al giorno, per otto settimane, migliora la densità minerale ossea e l’attività antiossidante (fonte).

Un altro studio fatto su 507 donne in perimenopausa e postmenopausa ha rilevato che mangiando cipolle almeno una volta al giorno si ha una densità ossea complessiva maggiore del 5% rispetto alle persone che le mangiavano una volta al mese o meno (fonte). Inoltre, lo studio ha dimostrato che le donne anziane che mangiano cipolle più frequentemente riducono il rischio di frattura dell’anca di oltre il 20% rispetto a quelle che non le hanno mai mangiate (fonte).

Si ritiene che le cipolle aiutino a ridurre lo stress ossidativo, aumentino i livelli di antiossidanti e riducano l’indebolimento delle ossa, prevenendo l’osteoporosi e aumentando la densità ossea (fonte).

SOMMARIO

Gli studi dimostrano che il consumo di cipolla è associato a una migliore densità minerale ossea.

7. Le cipolle hanno proprietà antibatteriche

Le cipolle possono combattere batteri potenzialmente pericolosi, come Escherichia coli ( E. coli ), Pseudomonas aeruginosa, Staphylococcus aureus ( S. aureus ) e Bacillus cereus (fonte). Inoltre è stato dimostrato che l’estratto di cipolla inibisce la crescita del Vibrio cholerae, un batterio che rappresenta un grave problema di salute pubblica nei paesi in via di sviluppo (fonte).

La quercetina estratta dalle cipolle (già citata nei passaggi precedenti) sembra essere particolarmente potente per combattere i batteri. Uno studio in provetta ha dimostrato che la quercetina estratta dalla buccia di cipolla gialla ha inibito con successo la crescita di Helicobacter pylori ( H. pylori ) e Staphylococcus aureus meticillino-resistente (MRSA) (fonte).
H. pylori è un batterio associato alle ulcere dello stomaco e ad alcuni tumori digestivi, mentre l’MRSA è un batterio resistente agli antibiotici che provoca infezioni in diverse parti del corpo (fonti: 1, 2).

Un altro studio in provetta ha mostrato che la quercetina ha danneggia le pareti cellulari e le membrane di E. coli e S. aureus (fonte).

SOMMARIO

È stato dimostrato che le cipolle inibiscono la crescita di batteri potenzialmente dannosi come E. coli e S. aureus.

8. Le cipolle possono aumentare la salute dell’apparato digerente

Le cipolle sono una ricca fonte di fibre e prebiotici, necessari per una salute intestinale ottimale.

I prebiotici sono tipi di fibre non digeribili che vengono scomposte da batteri intestinali benefici. I batteri intestinali si nutrono di prebiotici e creano acidi grassi a catena corta, inclusi acetato, propionato e butirrato. La ricerca ha dimostrato che questi acidi grassi a catena corta rafforzano la salute dell’intestino, aumentano le difese immunitarie, riducono l’infiammazione e migliorano la digestione (fonti: 1, 2).
Inoltre, il consumo di cibi ricchi di prebiotici aiuta ad aumentare i probiotici, come i ceppi di Lactobacillus e bifidobatteri, che favoriscono la salute dell’apparato digerente (fonte).
Una dieta ricca di prebiotici può aiutare a migliorare l’assorbimento di minerali importanti come il calcio, che possono migliorare la salute delle ossa (fonte).
Le cipolle sono particolarmente ricche di prebiotici inulina e fruttoligosaccaridi. Questi aiutano ad aumentare il numero di batteri amici dell’intestino e a migliorare le funzioni immunitarie (fonte).

SOMMARIO

Le cipolle sono una ricca fonte di prebiotici che aiutano a migliorare la salute dell’apparato digerente, migliorando l’equilibrio batterico nell’intestino e apportando benefici al sistema immunitario.

Conclusioni

I benefici per la salute legati alle cipolle sono incredibili. Queste verdure ricche di nutrienti contengono composti potenti che possono ridurre il rischio di malattie cardiache e alcuni tipi di cancro.
Le cipolle hanno proprietà antibatteriche e promuovono la salute dell’apparato digerente, che può migliorare la funzione immunitaria.
Inoltre le cipolle sono molto versatili in cucina e possono essere utilizzate per esaltare il sapore di qualsiasi piatto salato.
Aggiungere più cipolle alla propria dieta è un modo semplice per potenziare la salute generale.

In cucina – Come aggiungere le cipolle alla propria dieta

Le cipolle sono un alimento base nella cultura culinaria di ogni parte del mondo. Queste donano sapore ai piatti salati e possono essere gustate sia crudi che cotte.
Ecco alcuni suggerimenti su come aggiungere le cipolle alla prorpia dieta:

  • Usa le cipolle crude per aggiungere un tocco di sapore al guacamole.
  • Aggiungere le cipolle caramellate nelle ricette cotte al forno.
  • Unisci le cipolle cotte ad altre verdure per fare un contorno sano.
  • Prova ad aggiungere le cipolle cotte nei piatti a base di uova, come frittate o quiche.
  • Guarnisci la carne o il tofu con cipolle saltate.
  • Aggiungi le cipolle rosse affettate sottilmente alla tua insalata preferita.
  • Prepara un’insalata ricca di fibre con ceci, cipolle tritate e peperoni rossi.
  • Utilizza cipolla e aglio come base per brodi e zuppe.
  • Aggiungi le cipolle ai piatti saltati in padella.
  • Prova ricette messicane quali tacos, fajitas e altri piatti messicani aggiungendo le cipolle crude tritate.
  • Prepara una salsa fatta in casa con cipolle, pomodori e prezzemolo fresco.
  • Aggiungi le cipolle alle tue zuppe di verdura.
  • Aggiungi le cipolle alle ricette piccanti.
  • Frulla le cipolle crude con erbe fresche, aceto e olio d’oliva per un gustoso condimento da ggiungere all’insalata.

Scritto da:

Valerio Bellone

Ho praticato in modo ludico arti marziali sin da quando ero bambino: Judo, Karate, Muay Thai, Kali Filipino, Silat, Close Combat. Infine ho incontrato il Taijiquan e da quel momento ho dedicato tutto me stesso alla pratica, alla ricerca e allo studio di quest'arte.
Il mio percorso nel Taijiquan è iniziato con il wushu moderno (Taijiquan in forma sportiva) e successivamente ho approfondito lo stile di Cheng Man Ching per poi passare ad altri filoni di insegnamento derivati dalla tradizione antica della famiglia Yang.
Tengo anche corsi di gruppo e per istruttori nella città di Palermo. Puoi approfondire la mia conoscenza su questa pagina.