Riguardo all’autore: il Signor Chen Yao Ting (陈耀庭) è nato a Hangzhou nel gennaio 1937. È professore presso l’Università dell’Industria chimica di Pechino ed è noto in Cina come esperto di Scienza dei materiali, oltre a essere  beneficiario di sussidi speciali del Ministero degli Affari Nazionali. Essendo un amatore e appassionato di Taijiquan, iniziò ad apprendere la forma antica dello stile Yang da Niu Chun Ming (牛春明) all’inizio del 1950. Nel 1960, andò a Pechino per imparare lo stile Wu e il tui shou (mani che premono) di Liu Wan Cang (刘晚仓), un famoso Maestro del Taijiquan con il quale studiò per più di 10 anni. Negli anni ’70 e ’80 seguì gli insegnamenti di Gao Zhan Kui (高占奎) e Zhu Huai Yuan (朱怀元), imparando lo stile Yang antico tramandato da Wang Yong Quan (王永泉). Inoltre imparò da altri maestri noti come: Wu Tu Nan (吴图南), Yang Yu Ting (杨禹廷), Wang Pei Sheng (王培生), Sun Jian Yun (孙剑云) e Hao Shao Ru (郝少如). Il signor Chen è attualmente il vice Presidente Onorario della Wang Yong Quan Taijiquan Research Society.

BREVE INTRODUZIONE

Tutti sanno che sapere adoperare bene la vita (腰, yao) e i fianchi (胯, kua) è fondamentale per l’apprendimento del Taijiquan. Ma oggigiorno, osservando la pratica di molte persone, sarebbe riduttivo dire che si pratica in modo diverso dai metodi adoperati dai Maestri famosi del passato, infatti sì può dire che la pratica è divenuta opposta. Quindi ho deciso, sulla base di ciò che ho ascoltato e visto durante le sessioni di pratica con i vecchi maestri negli ultimi 60 anni, di scrivere questo articolo sui requisiti nella pratica del Taijiquan per l’allenamento di vita e fianchi, così che gli appassionati abbiano un riferimento…

Accedi per continuare a leggere

Già iscritto?

Accedi per continuare a leggere se sei già iscritto/a su TaijiGate.

Altrimenti abbonati su TaichiBlog

Iscriviti!

Abbonati su TaichiBlog per accedere ai contenuti esclusivi e ai Classici del Taijiquan.

Per continuare a leggere fai un abbonamento online su TaichiBlog e accedi agli articoli di approfondimento e all’intera traduzione dei 10 più importanti manuali della storia cinese sul Taijiquan, noti come “Classici” di Wang, di Wu(Hao), di Li, di Wu, degli Yang e dei Chen.
Centinaia di pagine tradotte (e spiegate) per la prima volta dal cinese in una lingua dell’UE (l’italiano).
I contenuti esclusivi che trovi su TaichiBlog non li trovi su nessuna pubblicazione cartacea o digitale.

Buona pratica e ricerca a tutti.
© Valerio Bellone

Scritto da:

Valerio Bellone

Ho praticato in modo ludico arti marziali sin da quando ero bambino: Judo, Karate, Muay Thai, Kali Filipino, Silat, Close Combat. Infine ho incontrato il Taijiquan e da quel momento ho dedicato tutto me stesso alla pratica, alla ricerca e allo studio di quest'arte.
Il mio percorso nel Taijiquan è iniziato con il wushu moderno (Taijiquan in forma sportiva) e successivamente ho approfondito lo stile di Cheng Man Ching per poi passare ad altri filoni di insegnamento derivati dalla tradizione antica della famiglia Yang.
Tengo anche corsi di gruppo e per istruttori nella città di Palermo. Puoi approfondire la mia conoscenza su questa pagina.