Libro – I tre Classici del Taijiquan di Wang, Wu e Li

Il primo libro mai scritto in italiano sui “Tre Classici del Taijiquan di Wang Wu e Li”

Da centinaia di anni in Cina si tramanda uno stile marziale, definito “interno”, oggi noto al grande pubblico come Taichi, parola adoperata come abbreviazione di Taichi Chuan o Taijiquan nella trascrizione in Pinyin.
Agli albori di quest’arte, quando non era ancora stata codificata in modo formale, le diverse pratiche e i segreti venivano tramandati dai monaci di alcuni templi daoisti, attraverso l’allenamento fisico e gli insegnamenti orali. Ma, con il passare del tempo, alcuni Maestri lungimiranti si resero conto che l’unico modo per non fare morire l’arte originale fosse quello di creare una vera e propria scuola, ovvero un sistema ben codificato che spiegasse questa scienza psicofisica, così da poterla trasferire alle generazioni successive, senza che venisse corrotta dal passaggio orale degli insegnamenti. A tal fine vennero messe per iscritto le diverse regole in forma di poesia. Nonostante ciò, le regole del Taijiquan rimasero nascoste e i pochi manoscritti esistenti vennero custoditi gelosamente. Questi testi venivano in genere affidati agli allievi più meritevoli o ai figli maschi primogeniti. Per tale motivo il Taijiquan rimase a lungo un’arte marziale oscura conosciuta da pochissime persone. Solo alla fine del 1800, grazie al contributo divulgativo delle prime tre generazioni della famiglia Yang, si ebbe un rapido aumento di interesse nei confronti di quell’arte marziale oggi chiamata Taijiquan. Nonnotsante ciò non furono in molti a comprendere davvero l’essenza dell’arte originale. Infatti, ancora una volta, i manoscritti del Taichi vennero mantenuti per lo più segreti. Bisognerà quindi aspettare la metà del 1900 per iniziare a vedere circolare alcune copie dei manoscritti originali, oggi detti “Classici del Taijiquan” (Taijiquan Jing).

In questo libro di Valerio Bellone sono tradotti e commentati quelli che in Cina sono tutt’oggi considerati i primi e più importanti manoscritti della storia del Taijiquan, quelli attribuiti a Wang Zongyue e Wu Yuxiang tramandati da Li Yiyu.
La traduzione dei tre manuali originali è accompagnata da spiegazioni approfondite di ogni frase, da un punto di vista pratico e linguistico. Ogni commento è inoltre supportato da spiegazioni di carattere filosofico e storico culturale che sono indispensabili per una corretta comprensione della materia trattata.

Continua a leggere

Dopo una lunga, difficile e profonda riflessione l’autore del libro, Valerio Bellone, ha scelto di adeguarsi alla tradizione del Taijiquan più conservativa. Il libro quindi non viene più venduto al pubblico ed è donato esclusivamente agli studenti interni della scuola TaijiGate.

Dettagli prodotto

Editore: ‎Auto pubblicazione – Prima edizione (ottobre 2022)
Autore: Valerio Bellone
Lingua: ‎ Italiano
Copertina: Flessibile
Pagine: 528
Formato: 17 x 24 cm
Peso: ‎1 kg

ISBN: 979-12-210-1413-6

error: I contenuti di Taichi Blog sono protetti da copyright - © 2022, Tutti i diritti riservati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Taiji Blog maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi