spada taichi

Informazioni generali sulla spada del Taichi

Tipi di spada

Esistono due tipi di armi comunemente chiamate spada dal mondo occidentale, una è l’arma a doppio taglio (o doppio filo), diritta e a lama stretta, che in cinese è chiamata jian (劍) – In questo articolo si parla di questo primo tipo di spada. L’altra spada è l’arma a taglio singolo con una lama che spesso è larga e leggermente curva, questa in Cina è chiamata dao (刀). Questo secondo tipo di arma in occidente viene chiamata generalmente sciabola o scimitarra (la scimitarra ha una lama curva più pronunciata rispetto al dao cinese)
Quando uno di questi due tipi di spade è più corto dell’avambraccio, viene indicato come pugnale (in cinese bi shou, ヒ首). Trattasi di un’arma che può essere facilmente occultata, per esempio nello stivale o nella manica.

Nomi delle spade Taichi

Alle spade cinesi venivano spesso dati dei nomi propri e questi avevano diverse origini. Una spada poteva avere il nome della montagna dal quale si estraeva il minerale usato per fabbricarle la lama (ad esempio: Kun Wu jian); il luogo in cui la spada veniva forgiata (ad esempio: Long Quan jian); il fabbro che aveva creato la lama (ad esempio: Gan Jiang). Inoltre la spada poteva essere nominata dal proprietario a suo piacimento (ad esempio: Spada del Giudice Dee, Drago della pioggia). Infine la spada poteva essere chiamata con il nome dello stile o della forma per il quale era stata progettata (ad esempio: Taichi jian).

Funzioni della spada Taichi

Rispetto alla maggior parte delle altre armi, la spada in Cina rivestiva diversi significati ed era impiegata in molteplici ambiti. Quando la spada aveva ancora una funzione pratica nel mondo reale, la sua lunghezza e struttura la rendevano un’arma efficace e portatile ed era usata molto spesso come arma difensiva, piuttosto che offensiva. Dato che la spada è ben più corta della lancia, dell’alabarda e di molte altre grandi armi da battaglia, la spada non possiede un potenziale offensivo a lungo raggio. Pertanto, in battaglia, la spada veniva usata quando l’arma principale veniva persa o danneggiata al punto da renderla inutilizzabile.

In tempo di pace la spada veniva portata da studiosi e magistrati, oltre che dai soldati.
A un certo punto della storia Cinese la spada divenne uno status symbol, anche per quella oggi potremmo considerare la “classe media”, e le sue qualità estetiche rispecchiavano la gerarchia delle persone nei diversi contesti. Questa funzione della spada si sviluppò al punto che alcune spade portate dagli studiosi (wen jian) erano talmente ornate da perdere quasi del tutto la loro funzione combattiva. Sebbene ciò era generalmente insolito, almeno sino all’avvento delle armi da fuoco. In questi contesti culturali, più che marziali, la spada diveniva spesso parte integrante di molti balli.

La via della spada – Perché la spada è rispettata in Cina

L’arte della spada ha guadagnato rispetto in Cina non solo perché le tecniche e le abilità necessarie per maneggiarla sono difficili da imparare, ma soprattutto perché, al fine di raggiungere un alto livello nel maneggio, la moralità e lo spirito del praticante devono essere elevati.
L’addestramento con la spada è lungo e arduo e la maggior parte delle persone solitamente impara prima a utilizzare altre armi. Comunemente la sciabola.
La spada fornisce sia agli studiosi che agli artisti marziali un senso di eleganza e rispetto. Solitamente il maneggio della spada incarna la moralità e le realizzazioni profonde che il praticante ha raggiunto.
P
oiché molti imperatori cinesi in passato prediligevano in modo speciale la spada, questa arrivò a simboleggiare l’autorità nella cultura cinese (proprio come nel resto del mondo).

La lancia è la regina delle armi lunghe, mentre la spada è il re delle armi corte.

La sciabola è come una tigre, la spada è come una fenice e la lancia è come un drago.

Questi detti implicano il fatto che lancia, spada e sciabola sono le tre armi più importanti dell’intera storia marziale cinese antica.

Il Maestro di spada, noto in Cina come jian ke, doveva avere forza di volontà, resistenza e perseveranza per superare i lunghi e difficili anni di allenamento. Poiché la spada è principalmente un’arma difensiva, richiede la strategia della quiete durante l’azione e per raggiungere questa qualità ci vuole pazienza, perseveranza, calma e coraggio. Per questo motivo non era inusuale che i praticanti praticassero la meditazione. 

Uno studente in primo luogo doveva imparare la lealtà verso il suo paese, il suo Maestro, i suoi genitori e i suoi amici. La vera lealtà richiedeva anche la disponibilità a morire quando necessario. La lealtà con onore era la forma più alta di questa virtù. Secondariamente lo studente doveva apprendere il rispetto, che è strettamente correlato all’umiltà. Quando si è umili, si può quindi rispettare gli stili, gli altri studenti o gli altri artisti marziali, i genitori e l’insegnante.
Infine, per divenire un Maestro, uno studente doveva coltivare la qualità della rettitudine, ovvero agire solo nell’interesse della giustizia. Quando tutte queste caratteristiche erano state raggiunte si diveniva Maestri di spada e si era rispettati dalla comunità e dal popolo.

✓ Vuoi imparare la forma con la spada? Partecipa a un corso di Taichi a Palermo.

Le caratteristiche di una spada Taichi

Come scegliere una spada per il Taichi

Grazie al successo delle moderne tecniche metallurgiche, lo studente di oggi non ha più bisogno di forgiare la propria spada, come a volte era necessario nei tempi antichi. Spade eccellenti possono essere acquistate nella maggior parte delle coltellerie che hanno ormai anche i negozi online.
Una spada moderna realizzata in acciaio è uguale o addirittura superiore alla maggior parte delle spade comuni dell’antichità.

NOTA: L’Italia vieta importazione, detenzione, porto e trasporto di spade a doppio taglio affilate e/o con lama rigida e punta acuminata. Per le spade, tipo sciabole (o katane) affilate è vietato, in qualsiasi caso, il porto. Mentre in alcuni casi (es. associazione sportiva), è consentita la detenzione e il trasposto. Il reato, qualora sussista, per detenzione, porto e trasporto di questo tipo di armi, è penale. Quindi è bene informarsi con gli organi competenti prima di acquistare armi di questa tipologia, anche se lo scopo fosse puramente ornamentale o per collezionismo.

Fortunatamente per i praticanti di Taijiquan esistono repliche inoffesnive e flessibili, acquistabili e utilizzabili, che hanno costi notevolmente inferiori a quelli delle spade vere.

I criteri di selezione per una spada Taichi sono i seguenti:
  1. La lunghezza dalla punta della spada al manico dovrebbe essere quanto la distanza verticale che c’è tra i piedi e l’ombelico o tra i piedi e il cuore (per spade a lama lunga)
  2. La lama dovrebbe essere liscia e costante, senza bruschi cambiamenti di larghezza o spessore.
  3. La lama deve essere diritta quando osservata di taglio.
  4. La lama deve essere saldamente montata nel manico. Ovvero non dovrebbe fare gioco dentro l’impugnatura quando la spada viene scossa.
  5. Qualora la lama sia in acciaio questa deve essere sufficientemente flessibile al punto da poter essere piegata sino a 30° senza che rimanga deformata.
  6. La spada dovrebbe essere bilanciata a un terzo della sua lunghezza totale. Se non lo è, il bilanciamento dovrebbe essere modificato con qualche modifica. Viceversa il maneggio sarà falsato e l’apprendimento errato.
  7. Il peso totale della spada per i principianti non dovrebbe superare i 600 grammi e quella di un professionista non dovrebbe mai superare il chilogrammo.

Tradizionalmente i raccordi delle spade erano realizzati in ottone. L’acciaio inossidabile oggi può essere un’alternativa ma è difficile che venga impiegato. In genere vengono impiegate leghe a basso costo durante l’assemblaggio, tranne nelle spade che hanno prezzi sueriori ai 300 euro.
Una spada jian comune da allenamento, utile a eseguire le forme di Taiji, ha un costo tra i 20 e i 120 euro.

✓ Vuoi imparare il Taijiquan? Fai un corso di Taichi a Pesaro.

Differenze tra spade in base all’area geografica

Le riproduzioni di spade dei giorni nostri sono quasi tutte basate sui modelli che venivano realizzati durante la dinastia Qing, quindi di seguito vengono descritti solo questi tipi di spade.

Le spade che venivano prodotte nel nord della Cina erano in genere più lunghe di quelle realizzate nel sud. Inoltre sono diverse le differenze culturali che portarono a distinzioni tra nord e sud, sia nella struttura della spada che nel suo maneggio.

Caratteristiche delle spade del nord
  1. Le spade sono abbastanza lunghe e strette (la lama stretta riduce il peso dell’arma).
  2. La guardia della spada è rivolta in avanti così che il portatore possa bloccare l’arma dell’avversario.
  3. Gli stili di spada del nord sono più offensivi e orientati all’attacco e sono specializzati in combattimenti a lungo e medio raggio.
Caratteristiche delle spade del sud
  1. Le spade sono più corte di quelle del nord e sono relativamente larghe e spesse (per aumentarne il peso).
  2. La guardia della spada è inclinata all’indietro verso l’elsa, così da far scivolare via l’arma dell’avversario, così da preparare a un attacco ravvicinato.
  3. Gli stili di combattimento del sud sono più difensivi, specializzati in combattimenti a corto e medio raggio.

La spada Taichi è generalmente più lunga delle spade comuni adottate nel sud e spesso supera la lunghezza delle spade realizzate nel nord. In ogni caso la scelta della lunghezza della spada Taichi dipende dal tipo di stile, utilizzo e studio che il praticante deve affrontare.

Buona pratica e ricerca a tutti
© Valerio Bellone

Scritto da:

Valerio Bellone

Ho praticato in modo ludico arti marziali sin da quando ero bambino: Judo, Karate, Muay Thai, Kali Filipino, Silat, Close Combat. Infine ho incontrato il Taijiquan e da quel momento ho dedicato tutto me stesso alla pratica, alla ricerca e allo studio di quest'arte.
Il mio percorso nel Taijiquan è iniziato con il wushu moderno (Taijiquan in forma sportiva) e successivamente ho approfondito lo stile di Cheng Man Ching per poi passare ad altri filoni di insegnamento derivati dalla tradizione antica della famiglia Yang.
Tengo anche corsi di gruppo e per istruttori nella città di Palermo. Puoi approfondire la mia conoscenza su questa pagina.