Mostra: 5 - 8 of 25 RISULTATI
posizioni stile yang
Approfondimenti Taichi

Alcune posizioni del corpo nello stile Yang

PREMESSA

In linea generale tutti gli stili marziali cinesi (sia i sitemi detti esterni che quelli conosciuti come interni, del quale il Taichi è quello più noto) hanno in comune molteplici posizioni del corpo. Avendo tutte le arti marziali cinesi una radice comune lontana nel tempo, chiaramente condividono molto, almeno a livello posturale.

Molte scuole, lignaggi e stili marziali cinesi, nel corso del tempo hanno diversificato la nomenclatura delle posizioni per definirne sostanzialmente le medesime. Questo è avvenuto per due motivi: 1) Alcuni maestri hanno voluto diversificare le proprie scuole dalle altre applicando nomi differenti ai medesimi concetti marziali. 2) I dialetti cinesi del passato erano vere e proprie lingue che hanno influenzato a livello locale molte espressioni e nomi delle cose.

Per fare un esempio in ambito marziale: la posizione 弓步 Gōng Bù del Taiji (e non solo), nello stile imitativo della Mantide (螳螂拳 Tanglangquan) viene chiamata 登山马 Dengshanma. Due nomi completamente diversi per riferirsi alla medesima postura, come si può vedere anche dagli ideogrammi in cinese.

In questo articolo spiegherò quali sono le principali posizioni che assumono le gambe e la spina dorsale nelle posture più comuni delle forme (sequenze di posture codificate, in cinese 套路, taolu) della famiglia Yang e, quindi, anche nello stile di Cheng Man Ching.

5 POSIZIONI FREQUENTI NELLO STILE YANG

Nelle descrizioni che seguono il focus è sulla corretta struttura gambe-spina dorsale (non vengono trattate le posizioni delle braccia)…

Accedi per continuare a leggere

Già iscritto?

Accedi per continuare a leggere se sei già iscritto/a su TaijiGate.

Altrimenti abbonati su TaichiBlog

Iscriviti!

Abbonati su TaichiBlog per accedere ai contenuti esclusivi e ai Classici del Taijiquan.

Per continuare a leggere fai un abbonamento online su TaichiBlog e accedi agli articoli di approfondimento e all’intera traduzione dei 10 più importanti manuali della storia cinese sul Taijiquan, noti come “Classici” di Wang, di Wu(Hao), di Li, di Wu, degli Yang e dei Chen.
Centinaia di pagine tradotte (e spiegate) per la prima volta dal cinese in una lingua dell’UE (l’italiano).
I contenuti esclusivi che trovi su TaichiBlog non li trovi su nessuna pubblicazione cartacea o digitale.

Buona pratica e ricerca a tutti.
© Valerio Bellone

error: I contenuti di Taichi Blog sono protetti da copyright - © 2022, Tutti i diritti riservati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Taiji Blog maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi